Il paradosso dei nostri tempi: non guadagnare una lira ma avere il nuovo iPhone

montagna di phone inutiliRieccoci con un nuovo appuntamento su noliberties, il sito che parla di guadagno e obiettivi finanziari, e che spesso dispensa consigli per ottenere una indipendenza economica sempre più difficile di questi tempi.

Nell’articolo precedente abbiamo infatti fatto una disamina sui metodi di guadagno. Metodi magari funzionanti, che certamente richiedono impegno. E’ normale pensare tuttavia che la maggior parte di noi non ottiene tali guadagni con questi metodi, che richiedono in ogni caso competenze.

Molti di noi, infatti, anche a età più da uomini che da ragazzi, continuano a non lavorare, a non guadagnare e a non produrre reddito.

Ciò che colpisce, tuttavia, è il fatto che i social e la tecnologia sono sempre più diffusi ai nostri giorni, nonostante appunto la tecnologia necessaria a soddisfare l’avvitià virtuale sui social sia costosa.

I pc sono da decenni prodotti diffusissimi quindi non ce ne stupiamo. Stupisce invece l’aumento esponenziale dei priezzi di iphone e smartphone in generale. E stupisce che tali prodotti siano comunque sempre più diffusi, non solo tra adulti, ma anche tra ragazzi e giovani di ogni età.

io con il mio iphoneTali dispositivi, infatti, sono totalmente inutili e secondari nella vita di tutti i giorni. Dovrebbero solo rappresentare uno svago. E invece sempre più persone spendono tantissimi soldi per i loro iphone, e altri ancora per ulteriori oggetti secondari, come auricolari bluetooth, cover personalizzate eccetera. Tanto che siti come questo sono sempre in maggior numero, e non smettono di aggiornare i propri prodotti (ecco un esempio qui oppure qui per diversi modelli).parlamento con l'ipad

Etica, questa sconosciuta… Muori di fame ma hai l’iphone personalizzato!

E’ questo ciò cui stiamo sempre più assistendo. Ragazzini che invece di giocare a pallone nei cortili si radunano e poi ognuno resta a fissare lo schermo del proprio smartphone.

Gente che cammina per strada senza guardare, intenta a osservare se qualcuno l’ha whatsappata sul Galaxy nuovo di pacco (approposito, qui il nuovo prodotto di casa samsung).

E adulti, anche adulti. Persino politici, intenti a giocare col loro iphone o ipad invece che seguire le riunioni in parlamento.

Quella attuale sembra una società completamente estraniata dalla realtà nella quale vive, immersa in un mondo social di gente virtuale che non vede mai di persona. Chat, incontri virtuali, videoconferenze.

Vedersi di persona rappresenta ormai un evento, qualcosa di strano e inusuale.

Questo può anche starci, fin quando le scelte sono fatte da gente che guadagna davvero e può permettersi di stare al passo con la tecnologia.

Ma quando ciò avviene anche tra persona poco abbienti, che obiettivamente fanno fatica ad arrivare a fine mese, o da ragazzi che sudano l’anima per portare a casa 300-400 euro al mese, ha davvero poco senso.

Ovvio, ognuno può far quel che vuole poi. Se il tuo sogno è avere l’ultimo modello di iphone fa pure, ma non bisogna poi lamentarsi dei pochi soldi che si guadagnano e di quanto faccia schifo l’economia italiana. Siamo parte di quell’economia, e rispettare i nostri risparmi sarebbe il primo passo per migliorare la situazione.




Comments are Closed