NO LIBERTIES | L'IMPOSSIBILITÀ DI VIVERE SENZA GUADAGNARE

<<< Show Posts >>>

Il paradosso dei nostri tempi: non guadagnare una lira ma avere il nuovo iPhone

montagna di phone inutiliRieccoci con un nuovo appuntamento su noliberties, il sito che parla di guadagno e obiettivi finanziari, e che spesso dispensa consigli per ottenere una indipendenza economica sempre più difficile di questi tempi.

Nell’articolo precedente abbiamo infatti fatto una disamina sui metodi di guadagno. Metodi magari funzionanti, che certamente richiedono impegno. E’ normale pensare tuttavia che la maggior parte di noi non ottiene tali guadagni con questi metodi, che richiedono in ogni caso competenze.

Molti di noi, infatti, anche a età più da uomini che da ragazzi, continuano a non lavorare, a non guadagnare e a non produrre reddito.

Ciò che colpisce, tuttavia, è il fatto che i social e la tecnologia sono sempre più diffusi ai nostri giorni, nonostante appunto la tecnologia necessaria a soddisfare l’avvitià virtuale sui social sia costosa.

I pc sono da decenni prodotti diffusissimi quindi non ce ne stupiamo. Stupisce invece l’aumento esponenziale dei priezzi di iphone e smartphone in generale. E stupisce che tali prodotti siano comunque sempre più diffusi, non solo tra adulti, ma anche tra ragazzi e giovani di ogni età.

io con il mio iphoneTali dispositivi, infatti, sono totalmente inutili e secondari nella vita di tutti i giorni. Dovrebbero solo rappresentare uno svago. E invece sempre più persone spendono tantissimi soldi per i loro iphone, e altri ancora per ulteriori oggetti secondari, come auricolari bluetooth, cover personalizzate eccetera. Etica, questa sconosciuta… Muori di fame ma hai l’iphone personalizzato!

E’ questo ciò cui stiamo sempre più assistendo. Ragazzini che invece di giocare a pallone nei cortili si radunano e poi ognuno resta a fissare lo schermo del proprio smartphone.

Gente che cammina per strada senza guardare, intenta a osservare se qualcuno l’ha whatsappata sul Galaxy nuovo di pacco (approposito, qui il nuovo prodotto di casa samsung).

E adulti, anche adulti. Persino politici, intenti a giocare col loro iphone o ipad invece che seguire le riunioni in parlamento.

Quella attuale sembra una società completamente estraniata dalla realtà nella quale vive, immersa in un mondo social di gente virtuale che non vede mai di persona. Chat, incontri virtuali, videoconferenze.

Vedersi di persona rappresenta ormai un evento, qualcosa di strano e inusuale.

Questo può anche starci, fin quando le scelte sono fatte da gente che guadagna davvero e può permettersi di stare al passo con la tecnologia.

Ma quando ciò avviene anche tra persona poco abbienti, che obiettivamente fanno fatica ad arrivare a fine mese, o da ragazzi che sudano l’anima per portare a casa 300-400 euro al mese, ha davvero poco senso.

Ovvio, ognuno può far quel che vuole poi. Se il tuo sogno è avere l’ultimo modello di iphone fa pure, ma non bisogna poi lamentarsi dei pochi soldi che si guadagnano e di quanto faccia schifo l’economia italiana. Siamo parte di quell’economia, e rispettare i nostri risparmi sarebbe il primo passo per migliorare la situazione.

Come trovare lavoro in tempi di crisi

Trovare lavoro in tempi di crisi

Nel corso degli ultimi anni, il Belpaese è stato colpito da una crisi economica e sociale forse senza precedenti, che ha frustrato le ambizioni ed i desideri lavorativi di moltissimi individui. Ciò vale in particolar modo per i più giovani, soprattutto per quelli che, magari appena usciti da scuola o completati da poco gli studi universitari, si son trovati costretti a dover far fronte ad una realtà in cui riuscire a trovare un impiego è diventata un’impresa ardua, particolarmente difficile e, in alcuni casi, persino esasperante.

In qualsiasi settore, quand’anche si possieda un curriculum vitae di tutto rispetto, riuscire a trovare un lavoro che sia dignitoso, adatto alle proprie capacità, e che al contempo dia la possibilità di portare a casa uno stipendio che permetta di gestire tutte le proprie spese e le proprie uscite, è diventato un compito sempre più complicato. E, naturalmente, più tempo si passa a cercare, invano, un impiego, più ci si sente frustrati e talvolta inadeguati a ricoprire una qualsiasi mansione.

LavoroTuttavia, in casi come questi, in nostro soccorso può giungere internet, strumento spesso sfruttati per fini ludici e di intrattenimento, ma che talvolta, tuttavia, può tornare utilissimo anche per trovare un impiego, e perché no, persino, in alcuni casi specifici, per crearne uno.

Ma cosa bisogna fare per riuscire a trovare lavoro in rete in tempo di crisi? I primi consigli sono quelli più ovvi: innanzitutto, bisogna capire esattamente cosa si vuol fare, e stabilire quali sono i propri punti di forza, ed in cosa esattamente si è più ferrati. Un appassionato della letteratura, magari particolarmente abile a scrivere e ad articolare discorsi più o meno complessi, non può improvvisarsi come un esperto grafico di punto in bianco, e chi è un mago dell’arte e del disegno, di certo dovrebbe iniziare a cercare qualcosa di relativo al proprio settore.

Fatta questa dovuta premessa, ed individuate quindi quelle che sono le proprie competenze, si può fare un elenco dei propri hobbies e delle proprie maggiori passioni. Può sembrar strano, ma molti ragazzi, in alcuni casi anche giovanissimi, son riusciti a farsi strada su internet partendo praticamente da zero, e trasformando la propria passione in un vero e proprio mestiere. Si pensi, in tal senso, ai tanti ragazzi che, utilizzando la piattaforma di YouTube, col tempo hanno raggiunto una certa fama semplicemente realizzando video tematici a seconda dei loro hobbies, che fossero il cinema, il videogioco, il fumetto o quant’altro.

C’è anche chi, grazie ad internet, è riuscito a sfruttare le proprie capacità manuali: è il caso di chi realizza oggetti in materiali quali il fimo, la resina o altri ancora, riuscendo poi a venderli proprio online, e facendo quindi della propria passione una vera e propria fonte di guadagno.

Trovare lavoro in tempi di crisiAltri, anche solo per arrotondare e per portare a casa qualche soldo in più, occupano parte del proprio tempo libero a scrivere articoli per conto di alcuni siti o blog, oppure a realizzare delle immagini o dei banner grafici tramite l’utilizzo di appositi programmi, come ad esempio Photoshop. È sempre bene, soprattutto in tali casi, essere in possesso di un proprio profilo personale su LinkedIn, noto social network professionale nel quale poter inserire le proprie informazioni relative ad esperienze lavorative, capacità e competenze, quasi come una sorta di rete sociale di curricula vitae.
Oltre ai consigli su LinkedIn, se si cerca un lavoro online presso vari siti e aziende, sarebbe utile possedere un indirizzo e-mail che appaia professionale e non infantile, e che preferibilmente contenga il proprio nome ed il proprio cognome.

Anche tu sei partecipante attivo del mondo del guadagno sul web!

Bentornato su no liberties! Abbiamo già parlato delle categorie che possono sfruttare al meglio le opportunità che ci offre internet. E dato che il mondo del web ci dà tante possibilità abbiamo deciso oggi di lasciare la parola al fondatore  di uno dei tanti blog di IM (internet marketing): Filippo.

Leggiamo quindi una sua breve disamina e alcuni consigli per poter iniziare come ha fatto lui! A te la parola, Filippo

Ciao a tutti i lettori di Noliberties, ringrazio Luciana per la possibilità che mi ha dato con questa intervista, per me è molto importante avere visibilità sul suo sito. Parliamo dunque di indipendenza economica, e di come raggiungerla da soli e in tempi umani.

Ci sono molti esempi di attività virtuali che fruttano bene, con spese relativamente basse: è facile guadagnare online da casa come mostra JFactor.it in questa pagina, ovvero tramite la SEO, e come mostrano, riguardo il seo, Moz.com e JFactor.it stesso. Questo può essere fatto comodamente da casa e ricevere un vero e proprio guadagnare facilmente onlineguadagno e uno stipendio consono alle varie aspettative, energie e soprattutto tempo. La piattaforma virtuale è un vero e proprio macro mondo con infiniti individui o meglio contatti o utenti, ogniuno portatore di un ipotetico vero e prorpio affare. La newsletter ad esempio per lunghi anni è stato un valido strumento, sin dagli anni’ 90, garantiva dei piccoli introiti, come strategia di marketing, con notevoli benefici intermini di traffico di un sito, di vendite o profitti concreti per un’azienda.

La newsletter per guadagnare da casa non necessita di grosse gestioni o di complesse abilità nella creazione dei siti web e nella gestione dell’hosting. La newsletter è gratuita e facilmente accessibile a tutti, basta una registrazione al portale scelto. Infatti lo strumento vettore ch ela mail garantisce ad un’azienda e di tenere sempre aggiornati i suoi potenziali clienti, con eventuali lanci promozionali, o stagionali a seconda della stagione o della tariffa in uso per un determinato bene o servizio.

Il cliente così in tal maniera è raggiungibile e con alcuni accorgimenti, come ad esempio assicurare il contenuto del messaggio che sia collegato strettamente alle esigenze del cliente. Inoltre il messaggio oltre ad essere accativante a voler quindi spingere il potenziale acquirente all’azione, deve anche contenere tutte le informazioni il più dettagliate possibili e reali per poter ricordare il visitatore del sito. Il contenuto del testo deve essere sempre al di sopra degli standar per garantire la migliore qualità ed originaltà quindi, per qualità si intende che gli articoli ch evengono inviati siano scritti con cura e bene e che l’informazione trasmessa sia il più attendibile possibile. L’attenzione del lettore dovrà essere catturata per il tempo più a lungo possibile, perchè ogni lettore può essere un reale potenziale cliente della vostra offerta di bene o servizio. Inoltre alla cura ed attenzione dtante banconote con interneti quando appena specificato, l’originalità è fondamentale, inquanto vi si trasmette non deve essere a carattere prettamente generico o basico ma bensì il più utile possibile al lettore stesso ed altrettanto originale. La regolarità per poter mantenere l’interesse del lettore costantemente nel tempo è necessarioproducendo contenuti seri ed attendibili.

L’affiliazione nel mondo del web è quasi fondamentale per guadagnare con la pubblicità, perchè in tal maniera si sviluppa quella rete di contatti prettamente virtuali, con il relativo abbattimento delle più impensabili distanze e si può procedere pertanto al vero e proprio mercato di affari, con il relativo incontro della domanda e dell’offerta tipico di ogni mercato degno di vendita di beni o servizi di ogni genere e tipologia.

Il vantaggio dell’affiliato è quella di ricevere una corrispettiva ricompensa, per ogni visita o vendita generata dalla promozione messa in atto dall’affiliato. Premesso ciò non significa che fare soldi sia facile e semplice ma richiede pur sempre delle accortezze di metodologia e strategia che rendono spendibile il più possiblie il proprio tempo in rete, generando in altrettanto maniera un vero guadagno garantito, con l’impegno e la serietà attuata.

Oggi anche attraverso i socialnetwork è facile poter intraprendere un percorso di guadagno on line. Facebook, ad esempio è il più diffuso tra gli utenti di tutto il mondo, garantendo una facile accessibilità e relazione tra i contatti, con l’aumentare del numero degli iscritti è facile trovare tra di essi un eventuale potenziale cliente pertanto oggi, anche la promozione di un qualcosa in quella rete risulta facile, veloce e conveniente perchè ad ogig è gratuita e di diffuso uso. La monetizzazione della rete resta sempre in costante crescita e sviluppo, oggi è un mondo in continuo sviluppo ove chi è senza lavoro riesce benissimo a poter trovare una piccola dimensione e seppur di breve termine resta sempre un contesto fattivo, quello del guadagno on line.

Solitamente non è richiesta nessuna principale esperienza, solo buona dimestichezza dell’uso delle principali teconologie e di tanta pazienza, per rendere il proprioprofilo il più serio ed attendibile possibile. Non sempre però ogni interlocutore è serio ed affidabile, le transazioni economiche devono essere tracciate il più possibile ad esempio tramite i pagamenti pay pol che sono semplici carte prepagate, nominative ma che assicurano di non rischiare di dover rilascire il proprio numero di carta di credito, incorrendo in seguito ad eventuali truffe di sorta.

Bene, l’intervento di Filippo è giunto al termine, speriamo di ariaverlo presto sulle nostre pagine.

Se avete domande da fargli potete contattarlo direttamente sul suo sito, che è stato già linkato in alto.Noi ci rileggiamo presto, con un nuovo articolo sull’indipendenza economica!

Guadagno e lavoro online, due argomenti importanti, spesso confusi, su cui vale la pena di soffermarsi