NO LIBERTIES | L'IMPOSSIBILITÀ DI VIVERE SENZA GUADAGNARE

<<< Show Posts >>>

Il paradosso dei nostri tempi: non guadagnare una lira ma avere il nuovo iPhone

montagna di phone inutiliRieccoci con un nuovo appuntamento su noliberties, il sito che parla di guadagno e obiettivi finanziari, e che spesso dispensa consigli per ottenere una indipendenza economica sempre più difficile di questi tempi.

Nell’articolo precedente abbiamo infatti fatto una disamina sui metodi di guadagno. Metodi magari funzionanti, che certamente richiedono impegno. E’ normale pensare tuttavia che la maggior parte di noi non ottiene tali guadagni con questi metodi, che richiedono in ogni caso competenze.

Molti di noi, infatti, anche a età più da uomini che da ragazzi, continuano a non lavorare, a non guadagnare e a non produrre reddito.

Ciò che colpisce, tuttavia, è il fatto che i social e la tecnologia sono sempre più diffusi ai nostri giorni, nonostante appunto la tecnologia necessaria a soddisfare l’avvitià virtuale sui social sia costosa.

I pc sono da decenni prodotti diffusissimi quindi non ce ne stupiamo. Stupisce invece l’aumento esponenziale dei priezzi di iphone e smartphone in generale. E stupisce che tali prodotti siano comunque sempre più diffusi, non solo tra adulti, ma anche tra ragazzi e giovani di ogni età.

io con il mio iphoneTali dispositivi, infatti, sono totalmente inutili e secondari nella vita di tutti i giorni. Dovrebbero solo rappresentare uno svago. E invece sempre più persone spendono tantissimi soldi per i loro iphone, e altri ancora per ulteriori oggetti secondari, come auricolari bluetooth, cover personalizzate eccetera. Tanto che siti come questo sono sempre in maggior numero, e non smettono di aggiornare i propri prodotti (ecco un esempio qui oppure qui per diversi modelli).parlamento con l'ipad

Etica, questa sconosciuta… Muori di fame ma hai l’iphone personalizzato!

E’ questo ciò cui stiamo sempre più assistendo. Ragazzini che invece di giocare a pallone nei cortili si radunano e poi ognuno resta a fissare lo schermo del proprio smartphone.

Gente che cammina per strada senza guardare, intenta a osservare se qualcuno l’ha whatsappata sul Galaxy nuovo di pacco (approposito, qui il nuovo prodotto di casa samsung).

E adulti, anche adulti. Persino politici, intenti a giocare col loro iphone o ipad invece che seguire le riunioni in parlamento.

Quella attuale sembra una società completamente estraniata dalla realtà nella quale vive, immersa in un mondo social di gente virtuale che non vede mai di persona. Chat, incontri virtuali, videoconferenze.

Vedersi di persona rappresenta ormai un evento, qualcosa di strano e inusuale.

Questo può anche starci, fin quando le scelte sono fatte da gente che guadagna davvero e può permettersi di stare al passo con la tecnologia.

Ma quando ciò avviene anche tra persona poco abbienti, che obiettivamente fanno fatica ad arrivare a fine mese, o da ragazzi che sudano l’anima per portare a casa 300-400 euro al mese, ha davvero poco senso.

Ovvio, ognuno può far quel che vuole poi. Se il tuo sogno è avere l’ultimo modello di iphone fa pure, ma non bisogna poi lamentarsi dei pochi soldi che si guadagnano e di quanto faccia schifo l’economia italiana. Siamo parte di quell’economia, e rispettare i nostri risparmi sarebbe il primo passo per migliorare la situazione.

Come trovare lavoro in tempi di crisi

Trovare lavoro in tempi di crisi

Nel corso degli ultimi anni, il Belpaese è stato colpito da una crisi economica e sociale forse senza precedenti, che ha frustrato le ambizioni ed i desideri lavorativi di moltissimi individui. Ciò vale in particolar modo per i più giovani, soprattutto per quelli che, magari appena usciti da scuola o completati da poco gli studi universitari, si son trovati costretti a dover far fronte ad una realtà in cui riuscire a trovare un impiego è diventata un’impresa ardua, particolarmente difficile e, in alcuni casi, persino esasperante.

In qualsiasi settore, quand’anche si possieda un curriculum vitae di tutto rispetto, riuscire a trovare un lavoro che sia dignitoso, adatto alle proprie capacità, e che al contempo dia la possibilità di portare a casa uno stipendio che permetta di gestire tutte le proprie spese e le proprie uscite, è diventato un compito sempre più complicato. E, naturalmente, più tempo si passa a cercare, invano, un impiego, più ci si sente frustrati e talvolta inadeguati a ricoprire una qualsiasi mansione.

LavoroTuttavia, in casi come questi, in nostro soccorso può giungere internet, strumento spesso sfruttati per fini ludici e di intrattenimento, ma che talvolta, tuttavia, può tornare utilissimo anche per trovare un impiego, e perché no, persino, in alcuni casi specifici, per crearne uno.

Ma cosa bisogna fare per riuscire a trovare lavoro in rete in tempo di crisi? I primi consigli sono quelli più ovvi: innanzitutto, bisogna capire esattamente cosa si vuol fare, e stabilire quali sono i propri punti di forza, ed in cosa esattamente si è più ferrati. Un appassionato della letteratura, magari particolarmente abile a scrivere e ad articolare discorsi più o meno complessi, non può improvvisarsi come un esperto grafico di punto in bianco, e chi è un mago dell’arte e del disegno, di certo dovrebbe iniziare a cercare qualcosa di relativo al proprio settore.

Fatta questa dovuta premessa, ed individuate quindi quelle che sono le proprie competenze, si può fare un elenco dei propri hobbies e delle proprie maggiori passioni. Può sembrar strano, ma molti ragazzi, in alcuni casi anche giovanissimi, son riusciti a farsi strada su internet partendo praticamente da zero, e trasformando la propria passione in un vero e proprio mestiere. Si pensi, in tal senso, ai tanti ragazzi che, utilizzando la piattaforma di YouTube, col tempo hanno raggiunto una certa fama semplicemente realizzando video tematici a seconda dei loro hobbies, che fossero il cinema, il videogioco, il fumetto o quant’altro.

C’è anche chi, grazie ad internet, è riuscito a sfruttare le proprie capacità manuali: è il caso di chi realizza oggetti in materiali quali il fimo, la resina o altri ancora, riuscendo poi a venderli proprio online, e facendo quindi della propria passione una vera e propria fonte di guadagno.

Trovare lavoro in tempi di crisiAltri, anche solo per arrotondare e per portare a casa qualche soldo in più, occupano parte del proprio tempo libero a scrivere articoli per conto di alcuni siti o blog, oppure a realizzare delle immagini o dei banner grafici tramite l’utilizzo di appositi programmi, come ad esempio Photoshop. È sempre bene, soprattutto in tali casi, essere in possesso di un proprio profilo personale su LinkedIn, noto social network professionale nel quale poter inserire le proprie informazioni relative ad esperienze lavorative, capacità e competenze, quasi come una sorta di rete sociale di curricula vitae.
Oltre ai consigli su LinkedIn, se si cerca un lavoro online presso vari siti e aziende, sarebbe utile possedere un indirizzo e-mail che appaia professionale e non infantile, e che preferibilmente contenga il proprio nome ed il proprio cognome.

Tirare avanti senza lavorare: si può?

lavagnetta domandaVivere senza lavorare è impossibile. Ok, come abbiamo già spiegato a volte i soldi diventano fonte di schiavitù anzichè di gioia, ma un minimo ci servono. L’articolo che vi propongo oggi potrebbe non avere alcun senso, ma nella realtà dei fatti le cose non stanno affatto così: certo, non possiamo ammettere di essere tutti il Paperon De Paperoni del mondo online e di poter vivere di rendita, ma al giorno d’oggi Internet ci offre davvero moltissime soluzioni, tutte ugualmente interessanti, per avere una possibilità di guadagnare anche senza dover lavorare.

I guadagni di cui parliamo non sono guadagni folli, almeno nella maggior parte dei casi. Ma con un po’ di astuzia e sapendo come muoversi, si può tranquillamente racimolare qualcosa, non solo denaro, ma anche premi, oppure buoni sconto, che al giorno d’oggi rappresentano pur sempre un guadagno.soldi come tappetino

Vediamo quindi una piccola classifica dei metodi di guadagno senza lavorare.

  1. Il casinò online o il poker. In generale, questo genere di giochi può offrire un guadagno, ma non è possibile quantificarlo né è facile capirne la durata. Inoltre, si tratta di una possibilità di guadagno rischiosa, che può creare dipendenza e che, anche per questo motivo, non possiamo tenere in considerazione come ottima opportunità di guadagno senza un lavoro. Certo, giocare ogni tanto una piccola somma ed avere la fortuna di guadagnare qualche soldo è un passo avanti, ma non significa che possiamo considerarlo come un metodo di guadagno durevole nel tempo.
  2. Scrivere e moderare nei forum. In un certo senso potrebbe essere considerato un lavoro, ma non lo è se, per esempio, si tratta di un forum che comunque frequentiamo per piacere nostro e su cui comunque scriveremmo. Esistono diversi annunci in cui si cercano moderatori di forum: questo può essere un modo interessante per combinare un hobby con il guadagno. Ovviamente, anche in questo caso non si parla di guadagni folli.
  3. Rispondere ai sondaggi. Anche questo metodo di guadagno richiede un certo impegno, ma ovviamente non è equiparabile al lavoro in senso stretto: rispondere ai sondaggi spesso comporta una ‘perdita di tempo’ di qualche minuto, ma ad essa è comunque associato un premio. Di solito, rispondendo ai sondaggi si guadagnano dei punti che possono essere accumulati rispondendo ad altri sondaggi e, una volta raggiunto un certo livello (che viene chiamata soglia), si possono riscattare. Sembra quasi come parlare dei punti al supermercato, ma in qualche caso i premi possono essere molto interessanti: pensiamo ad esempio ai siti di sondaggi che permettono di ottenere dei buoni spesa, oppure dei buoni per la benzina, o ancora buoni sconto.
  4. Un blog o un sito web. Non è un metodo di guadagno senza lavoro, però ho comunque voluto inserirlo nella lista perché ritengo che saper gestire e mantenere uno spazio virtuale in maniera costante, possa dare dei risultati ottimali nel tempo. Vi sono persone, soprattutto in America, che guadagnano denaro proprio grazie ad un blog, in cui magari adesso pubblicano dei contenuti solo una volta a settimana: ovviamente, dietro questo guadagno vi sono dei sacrifici che però vale la pena di fare, se i risultati sono questi.
  5. bimbi viziatiI concorsi a premi. Un’idea carina per tentare la fortuna cercando di guadagnare qualcosa senza lavorare potrebbe essere quella di ritagliarsi due o tre ore alla settimana alla ricerca ed alla partecipazione ai concorsi a premi: poiché molti di essi chiedono un’iscrizione, può essere conveniente a questo proposito creare un indirizzo di posta elettronica ad hoc, che useremo per la nostra iscrizione ai vari concorsi che si trovano online. Ve ne sono di diverse tipologie: sia i concorsi che permettono di ottenere una risposta immediata sul premio – e che quindi ti dicono se hai vinto o meno – sia quelli che richiedono invece un po’ di tempo in più. Partecipare è semplice, ed ogni tanto i premi non sono così difficili da raggiungere!

Ovviamente, quella che vi ho proposto è una piccola classifica stilata sulla base delle varie esperienze fatte fino ad oggi: di questo argomento ne abbiamo già parlato un po’ qui e non tutti i casi che vi ho elencato si vince del denaro, però poter avere un buono sconto presso il nostro negozio preferito, per esempio, è comunque un guadagno da non sottovalutare, specialmente in tempi di crisi come quello che stiamo attraversando al giorno d’oggi.

Guadagno e lavoro online, due argomenti importanti, spesso confusi, su cui vale la pena di soffermarsi